Un soggiorno nel verde della Toscana

I primi documenti conosciuti con la denominazione “Valcelle” risalgono a circa il 1820 con l’iscrizione al “Catasto Leopoldino”L’attuale conduzione risale ai primi anni novanta, da quando è stata intrapresa un’intensa opera di recupero e ripristino dell’attività agricola, senza trascurare l’aspetto paesaggistico e naturalistico.

Grande attenzione è stata posta anche alla ristrutturazione degli edifici costituenti l’antico borgo delle Valcelle: rappresentato dalla Villa, dalla Fattoria e dalla Casa Padronale, ponendo così le basi per l’inizio dell’attività agrituristica. La ristrutturazione è stata eseguita rispettando la tipologia tipica dell’ architettura toscana del XVIII/XIX secolo, al fine di mantenere l’originale atmosfera della vita contadina.

L’azienda attualmente si estende per circa 60 ettari di terreno, coltivati prevalentemente a vigneto, oliveto (dal quale si ottiene un ottimo olio d’oliva extravergine IGP toscano) ed essenze arboree da legno (noce, ciliegio, roverella, ontano, ed acero). Sulla cima del “poggio”, in posizione dominante, sorgono la villa padronale, l’antica casa colonica e gli altri edifici aziendali.

I proprietari sono a disposizione degli ospiti per qualsiasi necessità e per fornire un’accoglienza calda e premurosa. Gli ospiti hanno la possibilità di soggiornare con semplicità e tranquillità, trascorrendo una vacanza in ambienti saturi di storie e tradizioni, natura ed arte, gastronomia e folklore.

Gli appartamenti

Villa Grazia

Valcelle I

Valcelle II

Colombaio

Interrato

Guardavalle

Nelle antiche case coloniche dell’azienda costruite con la tipologia dell’architettura toscana del XVIII/XIX secolo, in locali saturi di storia, nel rispetto dell’originale disposizione delle stanze, sono stati realizzati 3 appartamenti ampi e spaziosi, che prendono il nome dagli antichi poderi aziendali. Inoltre è possibile alloggiare nella villa padronale, in ampi locali arredati ancora con la mobilia originale.

La ristrutturazione è stata eseguita rispettando la tipologia tipica dell’architettura toscana del XVIII/XIX secolo, al fine di mantenere l’originale atmosfera della vita contadina.

Nei locali che in passato hanno ospitato l’antico frantoio aziendale è stato ricavato un piccolo ristorante, gestito dalla famiglia della titolare, ove è possibile gustare i prodotti tipici del territorio cucinati secondo la tradizione toscana. Il ristorante è in funzione, su richiesta, nei giorni di sabato, lunedi, mercoledi e venerdi o comunque a richiesta degli ospiti.