Dintorni
Nei Dintorni Di Valcelle...

Montepulciano (km 10)

Costruita sulla cresta di una collina di tufo tra la Val di Chiana e la Val d'Orcia in un luogo dai suggestivi panorami. Di origine etrusca è poi stata dominio sia della repubblica di Siena che del Granducato di Toscana; l'importanza che ebbe nel rinascimento è testimoniata dagli imponenti palazzi che si susseguono lungo il suo corso progettati dai più grandi architetti dell'epoca: Vignola, Antonio da Sangallo il vecchio e Michelozzo. Alla sommità del colle si apre i centro monumentale della città: piazza Grande, di pianta irregolare con palazzi di stile diverso che creano un insieme architettonico vario ed armonioso.

Trequanda (km 10)

In una delle zone più integre della Valdichiana adagiato su un colle sorge il paese di Trequanda, che si è sviluppato intorno ad un castello del 1200, del quale conserva parte delle mura merlate. Immersa nel verde di un ambiente naturale in posizione panoramica. Il centro storico ha il suo fulcro nella ariosa piazza caratterizzata dalla chiesa romanica dei Santi Pietro e Andrea.

Lucignano (km 15)

Conserva l'originale impianto castellano a pianta ellittica, racchiuso da mura con torri. In un dedalo di vicoli medievali la via principale si avvolge a chiocciola fino ad arrivare alla sommità del borgo antico, dove si erge il Palazzo Comunale di origini duecentesche.

Pienza (km 15)

Costruita in cima ad una colle dominante un vasto panorama. Sviluppatasi intorno al castello di Corsignano, cadde poi sotto il dominio di Siena e divenne feudo della famiglia Piccolomini. Papa Pio II (Enea Silvio Piccolomini) la trasformò completamente, pianificata da un architetto del rinascimento, quasi per rispondere al progetto utopico della "città ideale" dell'umanesimo quattrocentesco. La sua piazza centrale è un esempio perfetto di una meravigliosa armonia stilistica di urbanizzazione rinascimentale.

Castiglion Fiorentino (km 25)

Di origine etrusco-romana, sorge sulla sommità di un colle che si affaccia sulla Valdichiana. Conserva quasi intatta la cinta muraria medioevale dominata dal Cassero e con le antiche case che si allineano a lato delle anguste vie del borgo medievale. Il cuore del paese è la piazza del Municipio, alla sommità del paese, fiancheggiata da un portico con un bel panorama sulla Valdichiana.

Cortona (km 25)

Arroccata sugli scoscesi pendii coltivati ad ulivi in splendida posizione panoramica al margine orientale della Valdichiana. Importante centro etrusco come testimoniano la cinta muraria e le tombe trovate nella zona, successivamente passò sotto i romani. Conquistata dai Goti e dopo un periodo di autonomia comunale la città fu poi assorbita da Firenze nel 1411. Conserva l'aspetto rinascimentale testimoniato dai palazzi del centro storico, dalle viuzze lastricate e dalle piazze irregolari.

Chiusi (km 30)

Situata su un altura di tufo, denso di ulivi, al margine meridionale della Valdichiana. Città di origini etrusche, conobbe un periodo di grande espansione nel VII-VI secolo a.C . con il re Porsenna che vinse Roma. Entrò poi nella sfera di influenza di Roma. Dopo essere stata sede di un ducato longobardo, sotto la sfera di Orvieto e poi di Siena, fu per un breve periodo un libero comune. Infine entrò a far parte del ducato fiorentino. In seguito Chiusi è stata particolarmente interessata alle vicende legate alla bonifica della Valle, almeno a partire dal XVI secolo. Il centro storico, con l'impianto ad assi ortogonali, denuncia la matrice etrusca dell'insediamento, di cui rimangono tracce nel sistema di fortificazione e nelle mura.

Arezzo (km 35)

La città sorge su una collina a ridosso dell'Appennino Tosco-Romagnolo, al centro di un territorio ricco e fertile, coltivato a vigneti, frutteti e cereali. Importante città di origine etrusca; Arezzo divenne successivamente una strategica città romana. La parte più elevata della città conserva uno spiccato aspetto medievale, dominata dalla Cattedrale e dalla Fortezza Medicea. La Cattedrale, che presenta nel suo aspetto tratti gotici, custodisce pregevoli opere d'arte. Molte le chiese ed i palazzi che testimoniano con la loro bellezza e la loro originalità stilistica la civiltà aretina e la sua importanza nelle varie epoche storiche. Pregevoli le opere d'arte conservate nelle chiese e negli edifici aretini, di autori come Cimabue, Piero della Francesca.

Siena (km 40)

Mistica città d'arte che accoglie il visitatore con il motto "Cor magis tibi Sena Pandit" ("Siena ti apre il suo cuore ancora più grande") inciso sulla Porta Camollia. Le origini di Siena sono incerte, anche se la leggenda narra che sia stata fondata da Senio, figlio di Remo, e questo spiegherebbe la presenza della lupa che allatta i gemelli sull'emblema senese. Tra il 12° ed il 14° secolo ha conosciuto il periodo di massimo splendore, quando sono state costruiti i suoi più prestigiosi monumenti e palazzi. Città gotica dal tipico color ocra, con pianta serpeggiante con cinta muraria che si estende su tre colli di argilla rossiccia. Gli innumerevoli vicoli adiacenti a palazzi dal fascino unico, i giochi di luce sui laterizi rosa e sulle pietre stradali, l'eleganza della torre comunale e l'unicità del grande duomo con le striature bianche e nere esercitano un fascino unico sul visitatore.

Cetona (km 45)

Il borgo ha origine etrusca, con una pittoresca posizione in cima al colle. La tipica pianta anulare, che conserva parte delle originali mura Etrusche, con i vicoli e le stradine che culminano con la Rocca. Nelle vicinanze di Cetona sono state scoperte alcune fra le più antiche testimonianze della presenza umana dell'intera Valdichiana, risalenti alla cultura musteriana (80.000 - 40.000 anni da oggi).

Perugia (km 60)

Arrampicata su un colle accidentato non lontano dal lago Trasimeno. Antichissimo insediamento umbro, città etrusca e poi romana, in seguito a lotte interne divenne poi dominio della Chiesa. Il centro storico con le innumerevoli strade e vicoli in salita, i giochi di luce che riflettono su edifici ricchi di storia, le spesse mura etrusche che circondano la città, travolgono il visitatore in inimmaginabili atmosfere di un ambiente urbano sapientemente modellato dai maestri del Medioevo e del Rinascimento.

Firenze (km 80)

Prestigiosa città d'arte, forse una delle più belle città italiane. Fondata forse dagli Italici sulle rive dell'Arno, circondata da un paesaggio unico, fu successivamente colonia romana. Città natale di Dante e di importanti personaggi in tutti i settori dell'arte e della politica. E' stata la culla della lingua italiana e patria della civiltà che ha dato origine all'Umanesimo ed al Rinascimento. Il centro storico con la severa bellezza delle strade strette, l'inestimabile ricchezza di musei e di chiese, il fascino antico di imponenti palazzi rinascimentali, le innumerevoli preziose opere d'arte, ha ispirato i più grandi pittori e scrittori. Il visitatore subisce il fascino e la seduzione della storia e del paesaggio.

Torna agli eventi